sistemista linux: cosa fa e competenze

Sistemista Linux: cosa fa e competenze

FAQ sul Sistemista Linux

Cos’è Linux?

Linux è un sistema operativo, ossia un software in grado di gestire le risorse hardware e l’interfaccia utente, permettendo il funzionamento e l’utilizzo delle applicazioni.
A differenza di altri sistemi operativi, Linux è open source: è gratuito e può essere personalizzato da chiunque. E’ disponibile in diverse forme, chiamate “distribuzioni“, come Ubuntu, Fedora e Debian. Ognuna di queste distribuzioni può avere un aspetto e delle funzionalità leggermente diverse, ma si basano tutte sullo stesso nucleo di Linux.

Cosa fa un Sistemista Linux?

Il Sistemista Linux è un professionista dell’information technology che si occupa della progettazione, realizzazione e manutenzione delle soluzioni informatiche che fanno affidamento sul sistema operativo Linux.

Quali attività svolge un Sistemista Linux?

Le attività svolte da un Sistemista Linux possono essere distinte in iniziative progettuali (es. implementazione di un nuovo sistema) e manutenzione di sistemi già in essere (es. upgrade di un sistema, applicazione delle patch di sicurezza, etc…). In generale le attività curate da un Sistemista Linux sono le seguenti:
– Progettazione e implementazione di sistemi
– Gestione e amministrazione dei sistemi
– Monitoraggio e ottimizzazione delle prestazioni
– Sicurezza informatica e protezione dei sistemi
– Risoluzione dei problemi e supporto tecnico
– Pianificazione e implementazione dei backup e della continuità operativa
– Scouting delle nuove tecnologie

Quali competenze tecniche possiede un Sistemista Linux?

Un Sistemista Linux possiede queste competenze tecniche:
– Installazione e configurazione del sistema operativo
– Amministrazione del sistema
– Scripting e automazione
– Gestione del file system
– Reti e servizi di rete
– Sicurezza del sistema
– Frameworks Apache
– Docker e Kubernetes
– MySQL e PostgreSQL
– Backup e ripristino dei dati
L’elenco delle competenze non è esaustivo e potrebbe variare in base al contesto tecnologico dell’azienda.

Quali sono le competenze trasversali di un Sistemista Linux?

Le competenze trasversali di un Sistemista Linux sono le seguenti:
– Problem solving
– Capacità di apprendimento continuo
– Comunicazione efficace
– Gestione del tempo e delle risorse
– Flessibilità e adattabilità
– Pensiero analitico

Profilo

Il Sistemista Linux è un professionista dell’information technology che si occupa della progettazione, realizzazione e manutenzione delle soluzioni informatiche che fanno affidamento sul sistema operativo Linux. Grazie alle sue competenze approfondite, può personalizzare e ottimizzare le soluzioni informatiche per rispondere al meglio alle esigenze specifiche di un’organizzazione o di un singolo utente, garantendone stabilità, sicurezza ed efficienza.

Il Sistemista Linux è riconducibile al profilo del System Engineer. In questa scheda approfondiremo in particolare la parte relativa alle competenze tecniche.

Il sistema Linux è una famiglia di sistemi operativi liberi e open source di tipo Unix-like, che utilizzano come base il kernel Linux, creato nel 1991 da Linus Torvalds, uno studente finlandese di informatica. Linux è distribuito in varie versioni chiamate distribuzioni, che differiscono in genere per il software preinstallato, la configurazione e l’orientamento verso diversi tipi di utenti. Le distribuzioni Linux più conosciute sono Ubuntu, Debian, Fedora e Mint.

Il Sistemista Linux opera solitamente su due fronti:

  • Progetti infrastrutturali. Consistono in genere nell’implementazione di nuove componenti dell’infrastruttura informatica. Il sistemista cura tali iniziative dalla fase di ideazione fino alla completa realizzazione.
  • Gestione dell’operatività (o operations). Il sistemista supervisiona l’operatività dell’infrastruttura informatica, ottimizzandone le prestazioni e risolvendo eventuali problematiche.

Cosa fa il Sistemista Linux

Le responsabilità specifiche del Sistemista Linux, variabili da azienda a azienda, possono essere le seguenti (si faccia sempre riferimento alla scheda del system engineer per ulteriori approfondimenti):

  • Progettazione e implementazione di sistemi
  • Gestione e amministrazione dei sistemi
  • Monitoraggio e ottimizzazione delle prestazioni
  • Sicurezza informatica e protezione dei sistemi
  • Risoluzione dei problemi e supporto tecnico
  • Pianificazione e implementazione dei backup e della continuità operativa
  • Scouting delle nuove tecnologie

Competenze tecnologiche del Sistemista Linux

Le principali competenze tecniche di un system engineer esperto di tecnologia basata su Linux sono le seguenti.

Competenze sui sistemi operativi basati su Linux

  • Installazione e configurazione del sistema operativo. Un esperto di sistemi Linux, in genere, deve possedere competenze approfondite per l’installazione e la configurazione dei sistemi operativi basati su Linux. È fondamentale quindi avere una solida comprensione della gestione delle partizioni del disco, dell’installazione dei pacchetti software, della configurazione della rete e dell’amministrazione degli utenti e dei gruppi.
  • Amministrazione del sistema. Un ingegnere di sistemi Linux deve essere in grado di gestire ed amministrare in modo efficiente il sistema operativo Linux. Ciò implica quindi la competenza nella gestione delle risorse di sistema, il monitoraggio delle prestazioni, la configurazione della sicurezza, l’amministrazione delle politiche di accesso e il controllo degli errori di sistema.
  • Scripting e automazione. Le competenze di scripting sono essenziali per un professionista che lavora con sistemi Linux. La conoscenza di scripting di shell (come Bash) e strumenti di automazione (come Ansible) permette di automatizzare le attività comuni, semplificare la gestione del sistema e migliorare l’efficienza generale.
  • Gestione del file system. Un esperto di sistemi Linux deve avere una buona conoscenza dei diversi tipi di file system utilizzati in ambiente Linux, come ext4, XFS o Btrfs. È importante saper creare, montare, formattare, ridimensionare e riparare le partizioni del file system.

Reti e sicurezza informatica

  • Reti e servizi di rete. Un sistemista Linux deve governare i principi delle reti e delle comunicazioni. Deve essere in grado di configurare e gestire reti locali (LAN), reti virtuali (VLAN) e connessioni di rete (come VPN). Deve anche essere in grado di configurare e amministrare servizi di rete come DNS e DHCP.
  • Sicurezza del sistema. Un sistemista Linux deve essere in grado di implementare misure di sicurezza informatica per proteggere il sistema operativo e i dati sensibili. Per esempio, configurazione di firewall, l’implementazione di accessi sicuri tramite SSH, la gestione dei certificati SSL/TLS e la protezione dei sistemi da minacce esterne.

Framework di Apache

Il sistemista Linux, in base al contesto aziendale, potrebbe avere competenze su questi framework, riferibili alla Apache Software Foundation:

  • L’Apache HTTP Server, noto semplicemente come Apache, è ampiamente considerato uno dei server web più diffusi in tutto il mondo.
  • Apache Tomcat è un server web e un contenitore di servlet Java che offre un ambiente di esecuzione per applicazioni web basate su Java. È comunemente utilizzato per lo sviluppo e la distribuzione di applicazioni Java EE.
  • Apache Struts è un framework di sviluppo di applicazioni web basato su Java. Fornisce un’architettura Model-View-Controller (MVC) per la creazione di applicazioni web scalabili e robuste.
  • Apache Kafka è una piattaforma di streaming distribuita che consente la gestione e l’elaborazione in tempo reale di grandi volumi di dati. Viene utilizzata per la messaggistica e l’integrazione dei dati tra diverse applicazioni.
  • Apache Hadoop è un framework di elaborazione distribuita progettato per gestire, in genere, grandi quantità di dati su cluster di computer. Viene utilizzato per l’elaborazione e l’analisi di dati distribuiti.
  • Apache Spark è un framework ad alte prestazioni per l’elaborazione dei dati. Offre un’ampia gamma di funzionalità per l’analisi e l’elaborazione dei dati su scala distribuita.
  • Apache Cordova è un framework che consente lo sviluppo di applicazioni mobili multi-piattaforma. Utilizzando HTML, CSS e JavaScript, è possibile creare applicazioni mobili che possono essere distribuite su diverse piattaforme, come iOS e Android.
  • Apache HTTP Server. Apache HTTP Server, comunemente conosciuto come Apache, è sicuramente

Competenze tecniche ulteriori del Sistemista Linux

  • Gestione dei sistemi di posta elettronica. Può essere richiesta una conoscenza approfondita nella gestione dei sistemi di posta elettronica, come ad esempio Postfix, un server di posta elettronica open-source noto per la sua sicurezza, affidabilità e flessibilità. In alternativa, potrebbe essere necessario avere competenze su Zimbra, una soluzione completa di collaborazione.
  • Gestione di ambienti virtualizzati e macchine virtuali.
  • Docker e Kubernetes. Docker e Kubernetes sono piattaforme di containerizzazione che consentono la creazione, distribuzione e gestione di applicazioni in container isolati. Le competenze in queste tecnologie sono preziose per la gestione tanto efficiente, quanto scalabile delle applicazioni.
  • Strumenti di monitoraggio e gestione. Un sistemista Linux può utilizzare diversi strumenti di monitoraggio e gestione per garantire le prestazioni del sistema, identificare problemi e raccogliere dati diagnostici. Ad esempio Nagios, Zabbix, Grafana e Puppet.
  • Database MySQL e PostgreSQL. MySQL e PostgreSQL sono sistemi di gestione di database relazionali (RDBMS) open-source ampiamente utilizzati su Linux. Le competenze nella gestione e nell’amministrazione di questi database sono essenziali per un sistemista Linux.
  • Backup e ripristino dei dati. Un Linux System Engineer deve avere competenze nella pianificazione, configurazione e gestione dei processi di backup e ripristino dei dati. È importante essere in grado di implementare soluzioni di backup affidabili per garantire la disponibilità e l’integrità dei dati critici.

Competenze trasversali del Sistemista Linux

Un Sistemista Linux deve possedere competenze trasversali (o soft skill) adeguate. Ad esempio, le principali, descritte in dettaglio nella scheda del System Engineer, sono:

  • Problem solving. 
  • Capacità di apprendimento continuo.
  • Comunicazione efficace.
  • Gestione del tempo e delle risorse. 
  • Flessibilità e adattabilità.
  • Pensiero analitico.

Le prospettive future del Linux System Engineer

Nel panorama tecnologico attuale, il ruolo del Linux System Engineer è in continua evoluzione, dovendo far fronte alle sfide poste dall’adozione sempre più diffusa del cloud computing, anche se Linux, grazie alla sua affidabilità e sicurezza, rimane una piattaforma di riferimento anche in quest’ambito.

Gli esperti Linux dovranno tuttavia ampliare le loro competenze nell’ambito del cloud, che nel futuro avrà un peso sempre maggiore.

In particolare, il futuro del Linux System Engineer vedrà una maggiore enfasi su:

  • Infrastruttura come servizio (IaaS). Questa modalità di servizio cloud prevede l’outsourcing di infrastrutture hardware, che vengono poi gestite tramite un’interfaccia online.
  • Containerizzazione. La containerizzazione, guidata da tecnologie come Docker e Kubernetes, è ormai standard nella distribuzione di applicazioni nel cloud.
  • Automazione. Gli strumenti di orchestrazione e automazione sono fondamentali per l’efficienza e la scalabilità nell’era del cloud.
  • Sicurezza.
  • Metodologia DevOps. L’integrazione tra sviluppo e operazioni IT richiede competenze sia lato sviluppo che lato operations.

Le prospettive per il Sistemista Linux sono positive, ma richiedono un aggiornamento e un adattamento continuo alle nuove tecnologie e alle mutate esigenze del mercato.