Account Manager: cosa fa e competenze

Account Manager: cosa fa e principali competenze

Account Manager, il propulsore del successo commerciale

Nel dinamico mondo degli affari, l’Account Manager (o, tradotto in italiano, Responsabile Clientela) è un professionista che gioca un ruolo fondamentale. Armato di persuasione, di intuizione e di una profonda conoscenza del mercato, l’Account Manager si occupa di tessere relazioni e legami tra l’azienda ed i clienti.

Egli si muove con abilità tra le esigenze dei clienti e le offerte dell’azienda e crea legami duraturi, trasformando semplici transazioni in relazioni di fiducia e in collaborazioni a lungo termine.

L’Account Manager rappresenta il fulcro del successo commerciale in molte aziende, è il motore propulsivo dietro l’espansione del portafoglio clienti e l’incremento delle vendite.

La sua abilità nel comprendere profondamente sia le esigenze dei clienti sia le potenzialità dei prodotti e servizi offerti, si traduce in soluzioni personalizzate che soddisfano e spesso superano le aspettative dei clienti.

Questa sinergia tra ascolto attivo e strategie mirate non solo genera entrate significative, ma stabilisce anche una fedeltà del cliente a lungo termine, fondamentale per la crescita e la sostenibilità dell’azienda nel mercato competitivo di oggi.

Cosa fa un Account Manager

L’Account Manager è un professionista che gestisce e sviluppa i rapporti con i clienti, identificando le loro esigenze e offrendo soluzioni personalizzate, con l’obiettivo di aumentare le vendite e garantire la soddisfazione e la fedeltà del cliente a lungo termine.

In particolare si occupa delle seguenti attività:

  • Gestire i rapporti con i clienti, assicurando la loro soddisfazione e fidelizzazione.
  • Identificare e attrarre nuovi clienti per espandere il portafoglio dell’azienda.
  • Comprendere le esigenze e aspettative dei clienti per proporre soluzioni adatte.
  • Guidare i processi di negoziazione e concludere accordi vantaggiosi.
  • Collaborare con i reparti di marketing, vendita e sviluppo prodotto.
  • Presentare e dimostrare i prodotti/servizi ai clienti.
  • Monitorare e analizzare le performance di vendita e i feedback dei clienti.
  • Risolvere i problemi e gestire eventuali reclami dei clienti.
  • Pianificare e attuare strategie di vendita mirate.
  • Redigere report regolari sulle attività svolte e sui risultati raggiunti.

Stai cercando personale IT? Contatta ora un nostro Head Hunter.

Le competenze tecniche e trasversali

Per la figura di un Account Manager, la fusione di competenze tecniche e trasversali è essenziale: dalla conoscenza approfondita dei prodotti alla capacità di leggere il mercato e costruire relazioni solide, queste abilità sono alla base del suo successo professionale.

In particolare, le competenze tecniche richieste per un Account Manager sono:

  • Conoscenza approfondita dei prodotti e dei servizi offerti dall’azienda per presentarli in modo efficace e informato.
  • Capacità di analizzare dati di vendita, report di mercato e feedback dei clienti per supportare decisioni strategiche.
  • Competenza nell’utilizzare software di CRM (Customer Relationship Management) per gestire i rapporti con i clienti.
  • Competenza nelle tecniche di negoziazione e chiusura delle vendite.
  • Competenze digitali, inclusi i social media, per comunicazione, marketing e raccolta informazioni.
  • Competenza nello sviluppare e realizzare presentazioni efficaci, sia in presenza che online.
  • Competenze organizzative, per massimizzare la produttività e rispondere tempestivamente alle esigenze dei clienti.
  • Conoscenza dei i principi finanziari di base per discutere di prezzi, sconti e condizioni di vendita.

Per svolgere efficacemente il proprio lavoro, questo professionista deve soprattuto possedere alcune competenze trasversali chiave, come le seguenti:

  • Capacità di comunicare chiaramente e in modo convincente, sia oralmente che per iscritto, per interagire efficacemente con clienti e colleghi.
  • Capacità di costruire e mantenere relazioni di fiducia e di lungo termine con i clienti e i colleghi.
  • Competenza nella sfera dell’intelligenza emotiva, per comprendere e gestire le proprie emozioni e quelle degli altri, cosa fondamentale nella gestione dei rapporti e nella negoziazione.
  • Capacità di problem solving, per risolvere i problemi in modo creativo ed efficace, soprattutto in situazioni complesse o impreviste.
  • Capacità di organizzare e mettere in priorità le attività per massimizzare l’efficienza e l’efficacia.
  • Capacità di adattarsi rapidamente ai cambiamenti, sia nel mercato che nelle esigenze dei clienti.
  • Capacità di leadership, per guidare e motivare i team, lavorando efficacemente sia in autonomia che in collaborazione.
  • Capacità di ascolto attivo, essenziale per comprendere veramente le esigenze dei clienti.
  • Curiosità e motivazione nell’aggiornamento professionale e nella crescita personale.

Classificazione degli Account Manager

Gli Account Manager possono essere classificati in diverse tipologie, a seconda del settore di appartenenza, del tipo di clientela gestita e delle specifiche responsabilità che assumono. Ecco alcune delle tipologie più comuni:

  • Territory Account Manager. Gestiscono i clienti in una specifica area geografica, focalizzandosi sullo sviluppo delle relazioni e delle vendite all’interno di quella regione.
  • National/International Account Manager. Responsabili dei clienti su scala nazionale o internazionale, gestiscono relazioni più complesse che richiedono una comprensione delle diverse culture e pratiche commerciali.
  • Industry Account Manager. Specializzati in un particolare settore industriale, come IT, sanità o finanza, e possiedono conoscenze tecniche specifiche di quel settore.
  • Key Account Manager. Gestiscono i clienti più importanti e di alto valore dell’azienda, lavorando per costruire rapporti di lungo termine e strategici.
  • Technical Account Manager. Con competenze tecniche specifiche, solitamente in ambiti come IT o ingegneria, lavorano a stretto contatto con clienti che richiedono soluzioni tecniche complesse.
  • Channel Account Manager. Si concentrano sulla gestione delle relazioni con i partner di canale, come rivenditori o distributori.
  • Inside Account Manager. Lavorano principalmente dall’ufficio, gestendo clienti tramite telefono o mezzi digitali, concentrati più sulla gestione di volume di clienti piuttosto che sullo sviluppo di relazioni profonde.
  • Strategic Account Manager. Si concentrano su pochi account di grande importanza strategica per l’azienda, lavorando per sviluppare piani a lungo termine e soluzioni integrate.

L’Account Manager nell’ambito IT

Nell’ambito dei prodotti e servizi IT, questo professionista agisce come collegamento tra le innovazioni tecnologiche e le esigenze specifiche dei clienti. Pertanto, è richiesta non solo una solida comprensione delle tecnologie emergenti e delle soluzioni software e hardware, ma anche la capacità di tradurre questo sapere tecnico in vantaggi tangibili per il cliente.

In un settore caratterizzato da rapidi cambiamenti e da una competizione serrata, l’IT Account Manager deve dimostrare agilità nell’adattarsi alle nuove tendenze, proponendo soluzioni all’avanguardia che rispondano alle sfide uniche di ogni cliente.

Dalla sicurezza informatica al cloud computing, dalla big data analytics all’intelligenza artificiale, questa figura deve essere in grado di districarsi con competenza in un vasto panorama di prodotti e servizi, offrendo consulenza strategica e costruendo proposte su misura per i propri clienti.

Se cerchi un’opportunità professionale, inviaci pure il tuo CV per una valutazione.

FAQ

Cosa fa un Account Manager?

L’Account Manager è un professionista che gestisce e sviluppa i rapporti con i clienti, identificando le loro esigenze e offrendo soluzioni personalizzate, con l’obiettivo di aumentare le vendite e garantire la soddisfazione e la fedeltà del cliente a lungo termine.

Quanto guadagna un Account Manager?

Seconfo glassdor.it, la retribuzione di questa figura professionale varia da un minimo di 28.000 euro a circa 45.000 euro. La retribuzione può essere notevolmente più elevata nel caso si gestiscano account strategici o nel caso di prodotti/servizi specifici.

Come si diventa Account Manager?

Per diventare Account Manager, è importante avere una formazione in economia, marketing o gestione aziendale, abbinata all’esperienza in ruoli di vendita o supporto clienti. La comprensione del settore specifico in cui si opera è cruciale, così come lo sviluppo di abilità interpersonali e di negoziazione. La carriera solitamente progredisce tramite la promozione interna o il passaggio ad altre aziende che riconoscono e valorizzano l’esperienza acquisita.

Condividi questa pagina: